Browsing Tag

verde

HomeStyle LifeStyle

Natale 2017 e le palette di tendenza!

dicembre 4, 2017

Buongiorno miei BiancoSporchi! Scusate per l’assenza nei giorni passati, ma sono stata presa da alcuni allestimenti natalizi e non ho avuto proprio modo di scrivere un nuovo articolo! Per farmi perdonare però ho deciso di redigerne due nuovi: il primo per parlarvi delle nuove palette per il Natale 2017 e il secondo su uno degli allestimenti più significativi che ho fatto.

Iniziamo con il primo 😀 Le Palette Natale 2017.

.. allora per quest’anno diciamo che non esiste un’unica corrente di colori, bensì 4!! Sì avete capito bene! 4 abbinamenti o colori must per questo Natale!

Natale rosso biancoPrima palette: la più classica, e sontuosa se vogliamo. Il rosso e il bianco candido. Personalmente lo abbiamo scelto con Ri per addobbarci il nostro albero! Bellissimo abbinamento, credetemi! E per non farlo diventare banale, mi raccomando scegliete bene le sfumature dei due colori portanti, che dovranno essere assolutamente il bianco candido, assoluto, ottico e il rosso scuro, sangue, intenso! Non accontentatevi dei colori più pastellati o delle gradazioni che man mano trovate; bensì scegliete un bianco e un rosso precisi e seguite solo ed esclusivamente quelli! .. se avete un bell’albero bianco, ben venga 😀 in quel caso avrete sicuramente il risalto del rosso, quindi a maggior ragione, dovrà essere un Pantone preciso e intenso!Natale rosso bianco

Seconda palette: rosa antico, verde salvia e rame. Raffinata, barocca e femminile! In questo caso, l’ho scelta per l’allestimento di cui vi parlerò e che potete già vedere se visitate la mia pagina Facebook “Biancosporco”… Dunque, se avrete letto i miei articoli l’anno scorso, sicuramente in casa avrete già delle decorazioni rame! A questo punto non vi resterà che cercare delle belle palline di vetro color verde salvia o verde menta, e altre opache o lucide rosa antico! Giocate con i velluti, tanto di moda per quest’ inverno, e il lurex glitterato magari e vedrete che come risultato avrete un albero pastellato dai dettagli e riflessi color rame! Meglio se prediligerete, o già avete, quelli innevati, così da mantenere un mood piuttosto shabby e tenue!

Terza palette: be’ quest’anno come avrete sicuramente capito a questo punto, è stato l’anno del “greenery”, quindi del verde, anzi dei verdi! Da accostare, in occasione del Natale, a un sontuoso oro puro! Quindi verde bottiglia, verde bosco, verde muschio, verde salvia scuro e oro! Tanto oro! L’importante a quel punto è rimanere nei colori naturali, quindi non inserite assolutamente colori vivaci, dalle tonalità del blu o dell’azzurro, e fluo 😀 ma rimanete in quelle naturali, come i marroni, i beige, i rossi terracotta, e il risultato sarà un vero albero da Chalet di montagna! 😀 ovviamente, se vorrete rimanere ancorati alla palette nuda e cruda, dovrete fermarvi, come anticipato, ai verdi e all’oro!

Quarta e ultima palette: i colori brillanti dell’oro e del rame! In questo caso dovrete rinunciare a tutti i colori e proiettarvi solo su quelli metallici caldi, magari uniti, ma proprio al massimo della concessione, ai cristalli trasparenti! Sì perché il vostro albero rappresenterà la ricchezza e lo sfarzo, il lusso e la brillantezza pura! Quindi palline di vetro iridescenti, fiocchi di neve Swarovski, ghiaccioli e poi tanto oro e rame! Soprattutto oro!! Sì perché diciamo che l’oro è uno dei colori must per il prossimo Natale! Lo dovrete addobbare senza far fuoriuscire alcun ramo verde, in quanto tutto dovrà risultare perfettamente laccato oro! 😀 volendo potrete acquistare degli alberi già con i rami oro 😀

Ah mi stavo dimenticando: per chi avesse comprato l’anno scorso diverse tonalità di blu, potrete sicuramente abbinarli al rame e all’oro, per un tocco nordico, minimal e moderno! In quel caso però solo: oro, rame, oro e grigio! magari su di un bel ramo naturale spoglio e stilizzato 😀

A presto con l’altro articolo!!

LifeStyle Travel

1st Chapter: L’eleganza di Scarperia

luglio 27, 2016

Da tempo avevo intenzione di scrivere un articolo che riguardasse un paese storico nei dintorni di Firenze.. perché sinceramente adoro questi posti e non amo molto la città..

Amo visitare ciò che circonda Firenze e Siena, in quanto credo che in questi luoghi si concentrino mille storie, mille stili, mille tradizioni, mille colori e ognuno goda di orizzonti diversi! E oggi ho deciso di parlarvi di Scarperia, nelle colline mugellane. Spesso con Riccardo facciamo andiamo a farci una passeggiata – dista circa una mezz’oretta da Firenze -. Ci andiamo per mangiare il famoso tortello con dentro le patate e poi ne approfittiamo per passare qualche ora girando e scuriosando per il paese.  imageIn più oggi è il suo Compleanno, perciò mi faceva particolarmente piacere parlare di un posto che adora anche lui – è un po’ come un mio regalo per lui -. 😉

A Scarperia io credo che regni l’eleganza e la compostezza, la pulizia e la gentilezza. Ovunque tu vada, dalla gelateria alla sagra, al museo di Palazzo Vicari, alle botteghe di coltelli – arte caratteristica del paese -, a un bellissimo e curatissimo giardino centrale, tu trovi semplicità e disponibilità. Adoriamo passeggiare semplicemente per le vie principali, o rimanere seduti nella piazza dei Vicari, dove si affacciano la Chiesa dei SS. Jacopo e Filippo e l’Oratorio trecentesco della Madonna in Piazza, o proseguire costeggiando le antiche Mura. image

Facendo le foto che ho deciso di inserire in questo articolo, mi ha davvero incuriosito il Palazzo dei Vicari, di cui la facciata e l’atrio sono adornati, o per meglio dire costellati, da una moltitudine di stemmi. Informandomi mi è stato detto che questi rappresentavano ognuno un Vicario che ha governato Scarperia e sono così tanti perché le loro cariche duravano solo sei mesi. Personalmente, in particolare, ero rimasta affascinata da quelli in terracotta invetriata delle botteghe dei Della Robbia – famosi appunto per questa tecnica e per tale motivo da subito riconoscibili grazie ai colori e ai luminosi limoni -.image

.. Se avrete deciso di farvi una passeggiata o un soggiorno a Scarperia, magari, perché no, incuriositi da questo articolo, e vorrete ulteriori informazioni, su internet potete trovare il sito della ProLoco di Scarperia e altri riferimenti in diversi siti specializzati in arte, storia, turismo in Toscana, e così via.
Io, come sempre, vi ho descritto le mie impressioni e la mia esperienza.. Adesso guardo quando sarà la prossima Sagra del Tortello, che ormai è diventata un obbligo per noi! .. Poi posterò due fotine per farvi venire l’acquolina in bocca 😉