Browsing Tag

LifeStyle

HomeStyle LifeStyle

Apparecchiare la tavola sotto le feste natalizie!

dicembre 21, 2017
IMG_7716-mod

Buongiornooo!! Come state?? Come stanno andando questi preparativi pre natalizi?!? Non mi dite che state ancora correndo per gli ultimi 9e423af83afa9e1951cd240020078ac2regali e che siete ancora nel mood entra-esci dai negozi! Be’ se è così.. allora vi aggiungo ansia 😀 Avete già pensato alla tavola, anzi alle tavole, per i giorni sotto Natale? Vigilia, pranzo in famiglia, cena tra amici, Santo Stefano, Capodanno… NO!??!! Ecco, allora intanto che siete in giro per uno shopping last second sfrenato, cercate anche qualcosa per decorare i vostri convivi natalizi! .. Lo so.. E’ vero, vi avevo promesso un articolo su uno dei miei allestimenti, ma credo che questo sul decoro delle tavole natalizie fosse più urgente, nO!? 😀

Non so.. ad esempio, per la cena, o forse cenone, della Vigilia.. io vi potrei consigliare per Immagine correlataun’atmosfera candida, soft, elegante e sobria.. affidandovi ai vecchi serviti della nonna, pregiati ma delicati, alle vecchie tovaglie bianco candido di lino, alle posate in argento antiche e ai bicchieri di vetro soffiato liscio.. potreste poi aggiungere dei rami di aghifoglie, delle bacche rosse, qualche pigna dorata, degli stecchi di cannella e infine tante candele bianche, solo bianche… Be’ io credo che il risultato sarà sicuramente elegante e raffinato: una tavolozza bianca con dei riflessi oro e dei puntini rossi.

IMG_7715-modPer il pranzo di Natale rimarrei sempre nel tema naturale, ma potrei consigliarvi di osare un po’ di più: candelabri oro, rifiniture con stoviglie e cristalleria oro, per segnaposto dei cartellini appuntati a delle melagrane – o pignette – sempre oro, sottopiatti oro, biancheria champagne/beige, e qualche tocco di azzurro petrolio.. grazie ad esempio a delle candele, a dei fiorellini inseriti sotto delle cupole, a delle farfalle fatte di piume, oppure a delle bellissime palline di vetro semplicemente adagiate in mezzo alla tavola a mo’ di festone centrale.

Per la cena invece potremmo optare per una via di mezzo tra le due precedenti: fettine di tronco di legno per sottopiatti, segnaposto legati a Festive-Favours-for-a-Winter-Wedding-aspoonfulofsugardesignsdei biscotti di pan di zenzero, nel centro tanti barattolini con bastoncini di zucchero rossi e bianchi, cioccolatini, biscottini dolci, caramelle, marshmallow, alternati ad altri con dentro bacche rosse da tagliare in modo che escano solo con la testa dal bordo, e così anche rose rosse o porpora, e piccoli rami di vari tipi di aghifoglie o di magnolia spruzzati d’oro. I bicchieri questa volta potrebbero essere colorati quelli per l’acqua bassi e tozzi e i classici calici per i vini e le bollicine; le posate potrebbero essere color rame oppure oro e i piatti potrebbero andare dal bianco ai colori più caldi e naturali.

Naturalmente per il giorno di Santo Stefano potrete adeguarvi a ciò che avete già acquistato e vi consiglio di fare un melange di tutto.. stando attenti ad abbinamenti e contrasti, come vi ho sempre detto 😀 e poi.. se magari vi trovate in difficoltà o siete, per la stanchezza, carenti nella fantasia e creatività, affidatevi alle mie care amiche candele! Sì, mettete tante candele, a varie altezze e cospargetevi la tavola 😀 l’effetto come sempre sarà assicurato! 😀cute-gold-christmas-table-decorations-white-home-design-806x806

Infine per il cenone di Capodanno, vi posso dare delle dritte basandomi sull’abbinamento che ho scelto per il nostro cenone: verde e oro! Non abbiate paura di risultare eccessivi e pedanti: affidatevi all’eleganza dell’oro! sì perché ciò che inizialmente vi sembrerà pesante e rococò, una volta che ci avrete inserito palline, melagrane, fiori, vasetti, candelabri, foglie di magnolia, rami di aghifoglie, il tutto di colore verde, improvvisamente risulterà equilibrato e ciò sorprenderà i vostri occhi!Apparecchiare-la-tavola-natalizia-2014-Colore-verde

.. Scrivendo mi è venuta in mente un’aggiunta: se magari vi trovate in località di mare, aggiungete delle belle conghiglie alla vostra tavola invernale! Vedrete che dicotomia aghifoglie – stelle marine e conchiglie nascerà!!

 

Bene, a questo punto non mi rimane che farvi in anticipo i miei migliori Auguri e come sempre: in bocca al lupo per i vostri preparativi!!!!

P.S. le foto che ho inserito le potrete ritrovare ai seguenti link: pinterest.com/ghernaout/; christmas.365greetings.com; wedding-venues.co.uk; weddingholmni.com; thinkdonna.it … mentre quella con gli elementi color petrolio e la copertina sono mie .. così almeno potrete rendervi meglio conto di ciò che vi ho detto!! Al prossimo anno!

LifeStyle Travel

Milk. Restaurant & Cocktail Bar a Misano Adriatico

settembre 15, 2017

Ciao ragazzi!! Come state??

milkFinalmente è venerdì!!! Un’altra settimana di lavoro è passata.. e ahimè l’autunno sta arrivando.. i colori milkdella natura cambiano, il verde brillante delle foglie lascia spazio a un rosso rubino profumato di muschio e l’azzurro cristallino del mare rimane ormai un bellissimo ricordo.. Ma.. non demordiamo! Un bellissimo locale a Misano vi aspetta!! .. conchiglie, sassolini bianchi, atmosfere calde e rilassanti, succulente agli angoli, palme, tessuti maculati in contrasto con la resina delle sedute di design Kartell Louis Ghost, lampade e ombrelli arabeggianti accanto a forniture di design, e cocktail strepitosi e bellissimi: questo è il Milk!

Un cocktail bar e ristorante in cui potrete divertirvi davanti a insoliti bicchieri e bevute profumate e fresche dalle 18, per poi proseguire con la cena e il dopo cena con dj set. Un ambiente giovane, dove si respira l’aria di un gran bazar elegante e ben ricercato, in cui nulla è lasciato al caso.. dove regna il gusto e il giusto modo di accostare elementi di arredo totalmente agli antipodi.

Con Riccardo ci siamo andati durante la nostra vacanza a Misano e siamo stati davvero benissimo! Ci abbiamo fatto un aperitivo, con tanto di pizzette soffici calde, un cocktail alla frutta strepitoso e bellissimo da vedere dentro una caraffa in ceramica Amarena Fabbri, e buona musica. Personalmente ne sono rimasta molto entusiasta in quanto non si trovano facilmente certi locali e spesse volte succede che siano magari molto belli, ma pecchino in altro, come servizio o qualità dei prodotti.milkmilk

Per chi volesse provare la prossima estate potrete gustarvi la parte all’esterno – dove siamo stati noi -, se invece vorrete fare un salto nelle serate più freddine, allora vi potrete accomodare nella sala interna.

Ricapitolando: un locale per un aperitivo, una cena o una bevuta chic in compagnia, dove il design e l’arte di arredare sono la colonna portante e la qualità dell’insieme ne sono l’elemento distintivo. Una location che si distingue e si nota da subito!

Ve lo consiglio vivamente!! Bellissimo! Credetemi – ormai sapete che non sono di gusti facili e soprattutto raramente mi aggrada come si arreda -..

Se magari avete curiosità di vedere qualche foto per farvi un’idea, lo potete trovare sui social, come Facebook e Instagram! .. Allora, a questo punto.. buon MILK!

LifeStyle Travel

Sai che c’è? Lascio tutto e apro un Diving a Tenerife! Vi presento il GooDiving di Andrea e Roberta

maggio 10, 2017

Salve a tutti!! In questo post andrò a parlarvi di quell’esperienza tanto folle, quanto ambita e sempre più al giorno d’oggi messa in pratica: lasciare tutto, partire per una meta sognata e una volta raggiunta, ricostruirsi una vita lì!

… Oggi vi racconterò in specifico della scelta di Andrea – il mio amicone del Liceo di cui avevo parlato in passato nell’articolo sulla Thailandia e le sue immersioni – e la sua compagna Roberta: hanno scelto di provare a mettere in pratica quell’idea che è venuta loro in mente semplicemente per la mancanza di voglia di lavorare ancora per altri.. tenerife5e visto che sono ancora entrambi giovani, con tante energie, voglia di fare, quel bel pizzico – necessario!! – di follia,  e l’entusiasmo, hanno deciso di approfittarne ora! Anche perché, come aggiungono << “facendo le corna” se andasse male, siamo ancora abbastanza giovani e quindi siamo in tempo per recuperare ad eventuali cavolate >>.. e quindi.. Spagna. Tenerife. Un diving tutto loro..Sì perché entrambi sono istruttori sub e tutto è iniziato quando sono venuti a sapere grazie al sito della PADI (Professional Association of Diving Instructors) – essendo appunto istruttori PADI possono entrare nella sezione privata, dove si mettono annunci come diving center in vendita, offerte di lavoro, e così via -, di un centro in vendita a Tenerife.. e così, dopo qualche scambio di mail col vecchio proprietario e qualche chiamata su skype.. sono arrivati all’incontro:  un biglietto aereo con partenza il 1° febbraio, un altro con ritorno l’ 8, la visita del ‘vecchio’ diving e la fatidica scelta! tenerife3Il risultato finale? L’ acquisizione del ‘nuovo’ centro immersioni, la nuova insegna con su scritto “GooDiving” e l’apertura il 3 Aprile 2017! I nuovi proprietari? Ufficialmente e a tutti gli effetti Andrea e Roberta! 😉 Ah.. dimenticavo! Per chi non sapesse cos’è un diving center, in poche parole si tratta di un punto ritrovo per fare immersioni insieme agli istruttori che ti rilasciano un brevetto, sono anche guide sub e forniscono vari servizi sempre collegati a varie attività inerenti l’ambito marino.
Bene, a questo punto non resta che andare a Tenerife a trovarli! I servizi che troverete spaziano da corsi che vanno dal primo livello fino all’istruttore, prove per chi non ha mai fatto immersioni, e corsi per bambini  dagli 8 anni in su… Dulcis in fundo.. Andrea e Roberta si stanno organizzando per fare un evento per subacquei disabili con la HSA Italia (Handicapped Scuba Accademy)! Be’ che dire!? Ammirevole! Davvero! e a dirla tutta, sono sempre più orgogliosa di conoscere persone come loro! Good Luck guys!

Se vi ho incuriosito e avete bisogno di ulteriori info o richieste, di seguito vi riporto i loro contatti!! Cos’altro dirvi? Be’ se deciderete di fare un salto, mandate tante foto e raccontatemi della vostra esperienza assieme allo staff GooDiving!

PADI 5 STARS
Instructor Development Center
+34 679 392 276
+34 922 738 031
Terrazas de La Paz, 113 B
Urb. Golf del Sur,
Tenerife

LifeStyle

London. Sir Tom Baker Suits (English Vers.)

gennaio 4, 2017
sir tom baker

I think this is going to be the hardest article I have ever edited. I have always dreamed of talking about fashion, luxury, design, meaningful and substantial topics, but I didn’t think it would have happened on my personal blog. During the second year of my Masters degree in the city of Siena, I met professor Victoria Baker, who tutored me throughout the English course. She was a beautiful woman with long hair and blue eyes and also a great person inside. This “lady”- and by this I mean a high class woman, full of knowledge, culture, elegance and humility – told me that her brother is the famous and well-known London fashion designer Tom Baker. Since I have been fascinated by the beautiful way she talked to me about him and by the way she heartily praised his work, I meant to write an article about him. Not only I would like to describe the designer from my point of view, from what I see when I look at his creations , but also from his sister’s point of view, from the way she enjoys life with him and the way she supports him. First of all, I would like to specify that every type of mass media has talked about him hundreds of times. With regards to the press, in his official website it’s easy to notice the long list of the most important articles in the most well-known high-brow magazines. So I decided to talk about Sir Tom Baker in a kind of atypical way. That is to say, about the fashion designer but, most of all, about Victoria’s brother and the man himself. It was my teacher herself who convinced me to do it: when I proposed my idea to her I did not think it would be successful, but, unexpectedly, she instead surprised me with her joy and approval. She was enthusiastic and thankful. So, now, in this article I will talk about Sir Tom Baker the designer. Later in my next article, coming soon, I will talk about Sir Tom as Victoria’s brother.

Sir Tom Baker Fashion Designer

sir_tom_baker_001Fall/ Winter 2016-2017 and Spring/Summer 2017 collections: gold, leather, sequins, velvet, feathers, denim, loud and dark colors, shiny black, tight waist, pointed shoes, skulls, top hat, fringe, spotted patterns, rock, exuberance, folly, hazard. Perfection, mastery, high fashion, elegance.sir_tom_baker_004

London. From the Saville Row school – renamed “Saville Rogue” by the designer himself- to the unique, personal style, recognisable from the first moment and available from his shop in Soho. A designer who personally follows the whole dressmaking process: from the measuring of the custumer to the draft, to the first tacking, to finalising the piece. A balanced harmony moving from hazards and classical details. Never excessive, never tacky, never inappropriate or in bad taste. Supporter of the unique piece, of the custom-made accessible to few people, and understandable just by a limited niche. He clothes the man who wants to be daring even while maintaining an aesthetic balance. He clothes the man who wants to go unobserved, but, most of all, who is not afraid to be noticed and judged. He clothes who has the courage to show himself and knows that is often misunderstood.

He has been clothing the greatest personalities of the rock music scenery, such as Robert Plant (Led Zeppelin), The Prodigy, Glen Matlock (Sex Pistols), Roger Taylor (Queen) and important representatives of the English and the worldwide nobility. A personality full of contrast that affects his collections; a man who is, in my opinion, elegantly and wisely rock.sir_tom_baker_024

sir_tom_baker_018“… the meaning of style is […]: “the key is a combination of personality mixed with compatible dress sense”. […] A finely cut suit will guarantee this feeling for the wearer when combined with great footwear, an elegant shirt and tie and some fine accessories as well as a good attitude. To spend a long time dressing up however is dangerous, as is seeking reassurances for the way you look! It is best to not obsess!..

(all photos and quotes are taken from official site
tombakerlondon.com and from Instagram @SirTomBaker)

(English Trad. Daniela Caridà)

LifeStyle

Fragola e Mascarpone

marzo 17, 2016
image

TaDan! Nuovo dolscinò! Pasta sfoglia, crema al mascarpone, fragole, cioccolato e zucchero a velo! Ah dimenticavo: gocce di cioccolato! Piattone blu, come sempre non deve mancare mai tanto amore, un pochino di panna e alla dieta ci pensiamo domani! Naturalmente chi ha altre idee mette in pratica e se ha piacere le condivida! Qua non si dice no a nessun ingrediente e a nessuna alternativa cioccolatosa!
Must have: GOLA!