Browsing Tag

decorare

HomeStyle LifeStyle

Trend Estivi: Cactus e Maioliche

aprile 5, 2018

Buongiorno a tutti! Come avete passato Pasqua?! Io mi sto ancora rigirando per casa tra uova di cioccolato e vasetti di fiori che avevo messo sulla tavola 😀

.. Siccome oggi a Firenze è una giornata piovosa e veramente antipatica, ho deciso di pensare al caldo dell’estate per scrivere un nuovo post.

cactus HOMI MILANOCACTUS HOMI MILANOVi voglio parlare dei trend decorativi per la prossima estate e chi di voi segue anche i miei profili BiancoSporco.com su Facebook e Instagram, sicuramente saprà che i protagonisti saranno sicuramente lo stile jungle e tropical e che non potranno mancare gli amatissimi e raffinatissimi Cactus!! Io infatti, non a caso, recentemente in un post ho parlato di ‘cactus mania’ 😀 Ne avevo sentito un po’ il sentore, come si dice in Toscana, che quest’anno sarebbero andati di moda queste meravigliose piante grasse, e successivamente mi è stato confermato da ciò che ho visto all’ Homi Milano! Be’ personalmente ne sono felicissima perchè li adoro letteralmente! E allora fate spazio a cactus, succulente, piante grasse real touch, vere, in stoffa, stampate su cotone, disegnate su juta, scolpite nel legno, riprodotte su ogni superficie e con ogni materiale!!! Insomma arrendetevi! Questa estate sarà piena di Cactuuuuss!!

.. poi non molti giorni fa ho progettato un allestimento per una vetrina e la mise en place per il compleanno del mio ragazzo – sì è a Luglio, lo so, ma non posso fare a meno di immaginare quotidianamente possibili e potenziali decori per ogni occasione o impegno lavorativo -, e ho deciso di ispirarmi alla freschezza della costiera Amalfitana e della bellezza solare Siciliana.. ai limoni, ai cedri, al blu e al verde, al giallo e alle Maioliche!!! Oh le adoro!! Adoro questo stile e adoro ciò che rappresenta!! L’ Italia e la sua immagine di estate, raffinata e brillante! Personalmente rimango ammaliata ogni volta che mi ritrovo davanti certi dettagli in ceramica, o in cotone e personalmente amo il profumo dei limoni della Costiera Amalfitana e della Sicilia ..

Dolce-Gabbana-spring-summer-2016-lemonBOZZA MAIOLICHE BIANCOSPORCOCosì ho iniziato a cercare tessuti, vasi, Teste di Moro, piastrelle, fiori, limoni, tamburi, sandalini, cappelli, borse, gioielli, abiti, stoviglie, biancheria per la casa, accessori moda in questo stile e di questi colori – naturalmente non potevo non imbattermi tra le meravigliose creazioni Dolce & Gabbana (come la foto qui a destra) – … e man mano ho iniziato a disegnare bozze di possibili allestimenti e mise en place! .. finché non mi sono resa conto qualche giorno fa che il trend ‘Maioliche’ sarà uno dei favoriti per l’ estate 2018!! Voi non potete capire di quanto ne sia felice!!!! ADORO!!

… Quindi a questo punto posso consigliarvi qualche abbinamento: una tavola in legno con sopra candelabri di varie forme e dimensioni bianco candido, recipienti anch’essi bianchi per mazzi di ortensie azzurre e blu, limoni a rami, iris, margherite bianche e gialle e succulente, tamburi bianchi, ai lati della tavola cactus e fichi d’india – magari utilizzati anche come segnaposti nella versione mignon -.. e poi ancora vecchie caraffe trasparenti sospese in aria con dentro candele, con altri tamburi e qualche cappello, stoviglie con stampe di maioliche, o in cotone candido, e ancora pon pon nei colori del giallo, del blu, del verde e .. se vogliamo, possiamo aggiungere un tocco qua e là di bordeux o magenta! Che ne dite? potrebbe andare?! Be’ io dico decisamente di sì!! 😀

HomeStyle LifeStyle

Apparecchiare la tavola sotto le feste natalizie!

dicembre 21, 2017
IMG_7716-mod

Buongiornooo!! Come state?? Come stanno andando questi preparativi pre natalizi?!? Non mi dite che state ancora correndo per gli ultimi 9e423af83afa9e1951cd240020078ac2regali e che siete ancora nel mood entra-esci dai negozi! Be’ se è così.. allora vi aggiungo ansia 😀 Avete già pensato alla tavola, anzi alle tavole, per i giorni sotto Natale? Vigilia, pranzo in famiglia, cena tra amici, Santo Stefano, Capodanno… NO!??!! Ecco, allora intanto che siete in giro per uno shopping last second sfrenato, cercate anche qualcosa per decorare i vostri convivi natalizi! .. Lo so.. E’ vero, vi avevo promesso un articolo su uno dei miei allestimenti, ma credo che questo sul decoro delle tavole natalizie fosse più urgente, nO!? 😀

Non so.. ad esempio, per la cena, o forse cenone, della Vigilia.. io vi potrei consigliare per Immagine correlataun’atmosfera candida, soft, elegante e sobria.. affidandovi ai vecchi serviti della nonna, pregiati ma delicati, alle vecchie tovaglie bianco candido di lino, alle posate in argento antiche e ai bicchieri di vetro soffiato liscio.. potreste poi aggiungere dei rami di aghifoglie, delle bacche rosse, qualche pigna dorata, degli stecchi di cannella e infine tante candele bianche, solo bianche… Be’ io credo che il risultato sarà sicuramente elegante e raffinato: una tavolozza bianca con dei riflessi oro e dei puntini rossi.

IMG_7715-modPer il pranzo di Natale rimarrei sempre nel tema naturale, ma potrei consigliarvi di osare un po’ di più: candelabri oro, rifiniture con stoviglie e cristalleria oro, per segnaposto dei cartellini appuntati a delle melagrane – o pignette – sempre oro, sottopiatti oro, biancheria champagne/beige, e qualche tocco di azzurro petrolio.. grazie ad esempio a delle candele, a dei fiorellini inseriti sotto delle cupole, a delle farfalle fatte di piume, oppure a delle bellissime palline di vetro semplicemente adagiate in mezzo alla tavola a mo’ di festone centrale.

Per la cena invece potremmo optare per una via di mezzo tra le due precedenti: fettine di tronco di legno per sottopiatti, segnaposto legati a Festive-Favours-for-a-Winter-Wedding-aspoonfulofsugardesignsdei biscotti di pan di zenzero, nel centro tanti barattolini con bastoncini di zucchero rossi e bianchi, cioccolatini, biscottini dolci, caramelle, marshmallow, alternati ad altri con dentro bacche rosse da tagliare in modo che escano solo con la testa dal bordo, e così anche rose rosse o porpora, e piccoli rami di vari tipi di aghifoglie o di magnolia spruzzati d’oro. I bicchieri questa volta potrebbero essere colorati quelli per l’acqua bassi e tozzi e i classici calici per i vini e le bollicine; le posate potrebbero essere color rame oppure oro e i piatti potrebbero andare dal bianco ai colori più caldi e naturali.

Naturalmente per il giorno di Santo Stefano potrete adeguarvi a ciò che avete già acquistato e vi consiglio di fare un melange di tutto.. stando attenti ad abbinamenti e contrasti, come vi ho sempre detto 😀 e poi.. se magari vi trovate in difficoltà o siete, per la stanchezza, carenti nella fantasia e creatività, affidatevi alle mie care amiche candele! Sì, mettete tante candele, a varie altezze e cospargetevi la tavola 😀 l’effetto come sempre sarà assicurato! 😀cute-gold-christmas-table-decorations-white-home-design-806x806

Infine per il cenone di Capodanno, vi posso dare delle dritte basandomi sull’abbinamento che ho scelto per il nostro cenone: verde e oro! Non abbiate paura di risultare eccessivi e pedanti: affidatevi all’eleganza dell’oro! sì perché ciò che inizialmente vi sembrerà pesante e rococò, una volta che ci avrete inserito palline, melagrane, fiori, vasetti, candelabri, foglie di magnolia, rami di aghifoglie, il tutto di colore verde, improvvisamente risulterà equilibrato e ciò sorprenderà i vostri occhi!Apparecchiare-la-tavola-natalizia-2014-Colore-verde

.. Scrivendo mi è venuta in mente un’aggiunta: se magari vi trovate in località di mare, aggiungete delle belle conghiglie alla vostra tavola invernale! Vedrete che dicotomia aghifoglie – stelle marine e conchiglie nascerà!!

 

Bene, a questo punto non mi rimane che farvi in anticipo i miei migliori Auguri e come sempre: in bocca al lupo per i vostri preparativi!!!!

P.S. le foto che ho inserito le potrete ritrovare ai seguenti link: pinterest.com/ghernaout/; christmas.365greetings.com; wedding-venues.co.uk; weddingholmni.com; thinkdonna.it … mentre quella con gli elementi color petrolio e la copertina sono mie .. così almeno potrete rendervi meglio conto di ciò che vi ho detto!! Al prossimo anno!

HomeStyle LifeStyle

Happy HandMade Easter! Tutorial n. 3

aprile 13, 2017

Eccoci qua con il terzo tutorial! Sembra quasi che ci abbia preso gusto! A dire il vero sono piuttosto complessi e lunghi da fare, ma devo ammettere che danno molta soddisfazione! ;D

Dunque.. oggi andiamo a vedere come si può utilizzare il lichene stabilizzato! Praticamente una sorta di ‘muschio’ perennemente verde, che vive con la sola umidità! Quando si apre il sacchettino che lo contiene, non ha un odore molto gradevole ad esser sinceri – Riccardo mi avvicina prontamente una candela profumata 😉 proprio non lo sopporta -, ma una volta sistemato e lasciato all’aria, ne perde la gran parte! Quindi, candela alla mano e si inizia!
1° step: spugna della misura del nostro recipiente e dalla forma che preferiamo, pezzettini di fil di ferro tagliati e modellati con le dita a forma di ferro di cavallo.

lichene stabilizzatolichene stabilizzatolichene stabilizzatolichene stabilizzato

 

 

 

 

 
2° step: prendete dal sacchettino il lichene, a piccole parti se non lo avete mai fatto, altrimenti se sapete già come gestirlo, allora organizzatevi gli spazi anche con ‘zollettine’ più grandi. Prendete le mollettine a cui avete dato la forma del ferro di cavallo e iniziate ad ancorare il lichene alla spugna. Non utilizzate la colla a caldo in quanto sbriciolerebbe la spugna e farebbe morire il lichene, in più incollerebbe solo alcuni rametti alla volta, voi vi ustionereste come successo molte volte a me, e il muschio non ci starebbe mai e poi mai!

3° step: organizzatevi gli spazi e una volta ricoperta la gran parte della superficie, date uno sguardo a 360° e riempite quelli rimasti scoperti. Cercate di inserire parti di lichene più armonici possibili, evitando ‘montagnette’ o zone rade.. eventualmente se pensate di non aver posizionato bene il lichene, o di non aver scelto bene quella parte, togliete la mollettina a clip e spostate la zolletta come meglio credete.

lichene stabilizzatolichene stabilizzatolichene stabilizzatolichene stabilizzato

 

 

 

 

 

A questo punto, quando vi riterrete soddisfatti e vi sentirete felici per averlo fatto, be’ avrete terminato! Non è semplice, ma piano piano ci riuscirete! Il trucco sta nell’osservare bene la nostra superficie e nell’incertezza prediligere le zollettine piccoline a quelle grandi. Ah mi raccomando: premete bene le clippettine! Senza esagerare, stringendo e premendo troppo il lichene, che potrebbe rompersi, ma nemmeno senza appoggiarle troppo delicatamente, tanto da non riuscire a bloccare il muschio.

Bene, e anche il lichene non ha più segreti per noi! Buon lavoro come sempre e soprattutto buon divertimento!!! Ci ritroviamo dopo Pasqua!!

P.S. nella copertina c’è un table setting in cui ho utilizzato i secchielli col lichene, delle tovagliette in erba sintetica e delle uova.. mi sto organizzando per la mia tavola.. e da come sicuramente avrete notato, il verde e i riferimenti bucolici-campestri faranno da protagonisti! 😉

HomeStyle LifeStyle

Happy HandMade Easter! Tutorial n. 2

aprile 12, 2017

scatolina fiori

scatolina fiori

scatolina fiori

scatolina fiori

 

 

 

 

 

Tagliate la spugna in base alla grandezza del vostro recipiente, in questo caso una scatolina 10 x 10 cm. Tagliate all’altezza desiderata  i fiori più grandi che volete inserire, qua ho scelto gli anemoni gialli artificiali real touch in seta. Allo stesso modo, tagliate anche gli altri elementi più grandi, come le mie melagrane che ho precedentemente colorato di rame. Cercate di posizionare tutto in modo armonico e centrale, se volete un effetto classico e proporzionato; se invece volete una composizione asimmetrica, allora muovetevi seguendo altre linee vettoriali, di solito quelle trasversali e oblique, spostandovi tra zone molto alte e zone molto basse.

scatolina fioriscatolina fioriscatolina fioriscatolina fiori

 

 

 

 

 

A questo punto iniziate a tagliare a vostro piacimento gli elementi di riempimento, nel mio caso ho scelto un eucalipto leggermente glitterato e imbiancato, dei rametti di luppolo, dell’eucalipto vellutato sfumato di rosso e infine le bacche photinia bianche. Quando pensate di aver riempito tutti gli spazi e credete, guardando la scatolina a 360° – o il recipiente che avete scelto – di aver creato una composizione equilibrata e armoniosa, allora potrete inserire degli elementi decorativi a tema, se volete! Io ho scelto delle uova di plastica molte realistiche, all’interno delle quali ho inserito degli spiedini lunghi, altrimenti potete inserire delle apine su gambi in fil di ferro, delle farfalle – vanno bene anche quelle incollate a delle morsettine -, delle piume da incollare, dei coniglietti e così via.

scatolina fioriscatolina fioriscatolina fioriscatolina fiori

 

 

 

 

 

Infine, come ultimo tocco, aggiungiamo il fiocco! Mi raccomando, scegliete bene i colori! Per farlo, vi consiglio due strade: rimanere sul ton sur ton, quindi non allontanarsi dalle nuances e dalle sfumature scelte per la composizione; altrimenti azzardare inserendo colori a contrasto, sgargianti e scuri su una base chiara o monocromo, oppure chiari e naturali su una base barocca, scura e magari asimmetrica. Per inserire il fiocco di solito mi aiuto agganciandomi a uno stelo, in questo caso l’ho annodato a quello che regge un uovo. Ho scelto due tessuti e due colori – entrambi animati col filo di ferro, così da poterli modellare alla perfezione -: uno in organza a contrasto, con filature che vanno dall’arancione al viola acceso, e uno in taffetà cangiante che invece riprende le gradazioni della scatolina. Tagliatene una bella quantità! Coi nastri non risparmiatevi, in quanto, una volta modellati, sarà davvero piacevole vederli spuntare maestosi e sproporzionati 😉 Credetemi!

scatolina fioriscatolina fioriscatolina fioriscatolina fiori

 

 

 

 

 

Bene, e anche per oggi abbiamo terminato! Spero vi siate divertiti e spero di avervi incuriosito e invogliato a fare delle piccole composizioni coi fiori, finti o veri che siano! .. mi raccomando, vi chiedo solo due cose: scegliete sempre fiori di altissima qualità, di qualsiasi materiale e natura siano, e sempre tanto buon gusto!!! Ne varrà la pena quando avrete finito e guarderete la vostra creazione!

A presto, col terzo e ultimo – per ora – tutorial! …parleremo del lichene! Lichene stabilizzato! praticamente infinito e immortale! ;D

HomeStyle LifeStyle

Happy HandMade Easter! Tutorial n. 1

aprile 11, 2017

Ciao a tutte e tutti!

Oggi, come promesso, partiamo col primo tutorial! Faremo dei piccoli coniglietti con i tovaglioli piegati! Possiamo farli sia con quelli di carta, che di stoffa, che in TNT 😉 .. su internet leggiamo che si necessita di tovaglioli grandi almeno 50 x 50 cm, ma in realtà io li ho fatti solo con tovaglioli più piccoli, non avendo a disposizione quelli più grandi.

Dunque, è davvero molto facile e veloce! eh.. credetemi, se ci sono riuscita io, chiunque potrà farlo! 😉 E poi.. fatto una volta il primo, gli altri saranno ancora più veloci e ben fatti!

tutorial-coniglietto-tovagliolo

… And so.. Let’s Start!

1° Prendete un tovagliolo, apritelo e piegatelo a metà in orizzontale.

2° Prendete un lato alla volta e ripiegatelo andando verso il centro; fate questo da entrambe le parti.

3° Prendete un angolo esterno in basso alla volta e puntatelo verso la metà interna in lunghezza.

4° Ripiegate ancora a metà i due lati, partendo dall’esterno verso l’interno, ancora in lunghezza.

5° Girate il tovagliolo e piegatelo a metà seguendo la linea centrale verticale originale. Vedrete che gli orecchioni spunteranno già! ;D

6° A questo punto inserite i due angolini in basso – diciamo ai piedi della ‘piramide’ per così dire – esterni l’uno dentro l’altro, così da incastrarli e fissarli. In base al materiale scelto avrete più o meno facilità di presa; io per esempio facendoli con quelli di carta, mi sono provvista di qualche clip per poterli bloccare sul retro in modo da farli stare ben fermi e da dare maggiore equilibrio una volta poggiati sul tavolo.

Adesso, distanziate le orecchie e lavoratele per dare una forma più realistica possibile; fate lo stesso anche per la parte del sedere del coniglietto allargando per bene gli strati formati, come per riprodurre la codina. Se volete, potete aggiungere dei dettagli, come dei fiorellini, delle piume o dei batuffolini di cotone al posto della coda!

Bene… e il mio primo tutorial è terminato! Spero di essere stata chiara e di avervi aiutato! Domani ne uscirà uno nuovo e lì potrete trovare delle dritte per creare delle meravigliose scatoline di fiori, tanto alla moda e tanto richieste! ;D

 

HomeStyle LifeStyle

I protagonisti della tavola: le Stoviglie

febbraio 17, 2017

Buongiorno! Eccoci qua con la seconda parte di un meraviglioso argomento: decorare e apparecchiare la tavola!

Nel precedente articolo, come potete ricordare, ho parlato della scelta dei bicchieri e della loro posizione, in base a molte variabili, come il momento della giornata, l’occasione, il budget, lo spazio, gli ospiti e la location – indoor/outdoor -.

Bene. Ora, tutte queste ‘direttrici’ tenetevele sempre bene in testa, in quanto sono sempre utili, e sempre validamente applicabili. Sono come un dogma, e per tale motivo, cercate di non dimenticarle.. Detto ciò, possiamo continuare a divertirci e possiamo passare allo step successivo: le stoviglie.

stovigliePiatti, ciotole, recipienti, zuppiere, insalatiere, vassoi, alzate. Possono essere di vari stili e generi, per esempio in ceramica, in terracotta, in porcellana, in vetro, in cristallo, in legno, in bamboo, in acciaio, usa e getta, in acrilico, in silicone e così via. Quindi anche in questo caso dovremmo appellarci alle varie situazioni per poter decidere quale materiale, modello, design scegliere. Ad esempio se siamo all’aperto, cerchiamo di evitare sia materiali troppo delicati come il cristallo, o quelli troppo leggeri come la plastica semplice – evitando di vedere tutto o per aria o per terra 😉 -, evitiamo anche un design eccessivamente moderno e ‘di fabbrica’ se inoltre il nostro è un evento sofisticato e raffinato; spostiamoci sul bamboo e i nuovi prodotti usa e getta colorati, o in silicone o acrilico, se invece vogliamo fare un pranzo nel nostro giardino o attorno a una piscina; se infine stiamo organizzando una cena a lume di candela, naturalmente optiamo per tutte le altre alternative: piatti in fine porcellana, alzate in cristallo e sottopiatti in metallo o acciaio.stoviglie

Su internet potrete sbizzarrirvi come sempre. Io per esempio spesso cerco su Dalani.it, o su Yoox.com, o su MadeinDesign.com, o LoveTheSign.com, o su ZaraHome, oppure H&M Home.. se invece cerchiamo forme pulite e lineari Ikea ha appena introdotto una nuova linea tutta dedicata alla cucina da Chef , con piatti pensati appositamente per precise pietanze.. oppure spesso faccio un salto a Maisons Du Monde – ma possiamo ordinare anche online -, e così via. Se poi abbiamo voglia o possibilità di dedicarci un pomeriggio in centro e non abbiamo un budget predisposto, be’ allora potremmo sicuramente prendere in considerazione Bormioli, Villeroy & Boch, Villa d’Este, a Firenze ci sono le meraviglie di Mario Luca Giusti – dove l’acrilico sembra cristallo – e le porcellane Richard Ginori, o la RCR Cristalleria Italiana e così via.

Se volete, cliccando questo link potrete approfondire il mondo della porcellana: http://www.lussoestile.com/case-di-lusso/porcellana-come-scegliere-le-piu-pregiate.

Bene, a questo punto non mi resta che augurarvi come sempre buona scelta e buon divertimento! Noi ci aggiorniamo presto col prossimo step: tovaglie e tovaglioli.

HomeStyle LifeStyle

Tendenze Natale 2016

ottobre 19, 2016

Eccoci qua!! Buongiorno!! Mi scuso per l’assenza, ma a dire il vero sono stata molto impegnata nello scrivere i nuovi articoli e soprattutto nell’informarmi proprio per questo che state iniziando a leggere! Dunque, nonostante siamo ancora a Ottobre, e fino a pochi giorni fa andavamo in giro in maniche corte, be’ sembra che l’autunno, o meglio ‘autinverno’ sia arrivato in un battito di ciglia.. Quindi, come tirarsi su!? Be’ personalmente l’unica cosa che mi porta allegria e mi fa pensare in positivo a questo cambio stagione è il Natale! La preparazione, il ‘pre Natale’ diciamo 😉 ! Così qualche giorno fa mi sono messa a cercare su siti, riviste e negozi le tendenze, i colori, i temi in voga adesso e a dirla proprio tutta, non è che ancora – specialmente su internet – ci sia un granché, anzi! Quindi vi svelo in anticipo le mie sensazioni – che a dire il vero, sono quasi sempre giuste, o forse sempre 😉 .. scherzo ovviamente – e vi do qualche spunto, qualche tema per addobbare albero, esterni, casa e tavola! Ah naturalmente – e giustamente – vi verrà di dire: ma perché ce lo dice ora?? Ve lo dico ora perché potrete capire con calma quale tendenza seguire, cosa potrete permettervi – per spazio, colori, budget, tipologia di casa e zona geografica in cui abitate – e soprattutto potrete risparmiare ordinando sin da ora i vari accessori e/o potrete farne altri da soli a casa! Insomma, se partirete in anticipo, vi ritroverete più allegri e meno stressati! Naturalmente tutto ciò vale anche per i regali! 😉

Prima tendenza/tema: rame, COPPER!!sfere vetro

Che vi ho sempre ripetuto io!? Nordico con contrasti scintillanti oro e rame! Solamente poche riviste più recenti scrivono che quest’anno va di moda il rame, che gli elementi satellite della casa dovranno brillare ed essere copper! Cromati! Rosa! Ottone, oro, argento! Ecco.. in realtà è passato più di un anno da quando ho letto che la tendenza sarebbe stata proprio quella basata su tali materiali e colori! Comunque, siccome fino a pochi giorni fa era praticamente impossibile arredare con pezzi copper, lo dico perché ho avuto molte difficoltà nel trovare quegli elementi che ho adesso in casa color rame, ecco, adesso non avrete che l’imbarazzo della scelta. In qualsiasi catena o negozietto vi ritroverete immersi in un mondo copper! Quindi prediligete palline geometriche, stilizzate, sui toni del rosa anche, e poi piume per contrasto, giochi di trasparenze iridescenti, effetti perlati, sfere che voi potrete riempire con qualcosa di scintillante, piccoli origami, animaletti di piume o peluche, gocce metalliche, e infine, giocate con i materiali; porcellana, vetro, plastica, resina, metallo, e così via.

Seconda tendenza/tema: Blu denim, blu scurissimo!

Altro colore, altro stile. Io personalmente ho scelto proprio questa opzione e mi sono già comprata le palline in vetro sui toni del blu scuro, del denim, del carta da zucchero, champagne perlato – o se vogliamo, BiancoSporco 😉 – e l’ho uniti ai colori copper, caffè, grigio antracite antico, giocando con gli effetti a contrasto opaco e specchiato lucido. sfere vetroHo intenzione di non addobbare un albero classico, ma di utilizzare un ramo, così da mantenermi in uno stile pulito, moderno, ma allo stesso tempo vintage e ricercato. Inoltre al blu scuro si può unire il nero e soprattutto, anche in questo caso, possiamo inserire degli elementi luccicanti dorati. Ah, se si sceglie questa tendenza, be’ dimentichiamoci di inserire colori pastello e primaverili; dobbiamo rimanere ancorati alla ‘pesantezza’ delle tonalità scure e non possiamo permetterci molte sfumature, ma solo contrasti netti e ben precisi.

 

Terza tendenza/tema: NATURE, nordico, minimal!

Fettine di legno, foglie, ghiande, palline o bacche, fette di arancia, di mela, melegrane, lamponi artificiali, bacche rosse di rose canine, stecche di cannella, anice stellato, fiori di cotone, animaletti fatti di rametti o elementi naturali, palline chiare, trasparenti, oppure effetto marmo, contrasti di materiali, e se possiamo prediligiamo o alberi artificiali innevati, o alberi moderni e stilizzati. Rimaniamo sui colori naturali, quindi creta, sabbia, tortora, cammello, cuoio, beige vari, champagne, miele e tante tonalità di verde, come il muschio, il verde mela, il salvia, oppure in verde scuro . Il nostro albero dovrà profumare e dare freschezza, come se ci stessimo trovando proprio in mezzo al bosco.

Quarta tendenza/tema: VINTAGE, bohémien, Art Deco’!

Infine la tendenza più difficile da fare! Sì perché ormai il vintage è diventato un must, e quindi bene o male sappiamo come riprodurlo, ma il fatto di unirlo in modo armonico allo stile neoclassico, liberty, be’ questa è tutta un’altra storia! Credetemi! Comunque cercherò di darvi più spunti possibili così da potervi aiutare nel comprendermi al meglio! Dunque cercate di immaginarvi il vostro albero che si addobba man mano che andate avanti con l’articolo: blu, oro, disegni tipici dell’ Art Deco’ – o Art Nouveau -, linee morbide in pieno stile Liberty, per capirci quello del grande Gatsby, palline in vetro, gocce di cristallo, altri elementi in vetro ricoperto di pagliuzze dorate, stelle con punte diamantate, e ancora palline effetto velvet, specchi, fiocchi broccati e damascati, foglie e fiori artificiali di stoffa dorata, fiocchi di neve ricoperti di glitter, piume di pavone e sfarzose peonie di velluto.. e poi se volete osare, aggiungete preziose stoviglie antiche, tazzine in porcellana decorata, vecchi orologi da taschino, occhiali della Belle Epoque, fili di perle e passamanerie di ogni genere. Ricordatevi una sola cosa, la più importante: se sceglierete questo stile per il vostro Natale 2016, dimenticatevi la sobrietà e abbondate con addobbi e lucine, tanto da nascondere quasi l’albero sotto! Ricchezza e lusso dovranno regnare nella vostra casa!

Naturalmente tutto quello che ho scritto sopra potrà essere riadattato alla tavola e agli addobbi esterni! Ovviamente non inserite decori in vetro o cristallo negli ultimi e cercate di aggiungere il meno possibile fiocchi in velluto o altra stoffa.. potrete sostituirli magari con altri fatti di materiali meno pregiati e costosi..sarebbe un peccato vederli congelati e quindi non riutilizzabili :(

.. Per adesso non mi resta che augurarvi come sempre buona ricerca, buona scelta e buon divertimento per tutto questo! Se avrete bisogno di me, sapete dove trovarvi! Non dimenticate che io sono qua per voi! .. Adesso scusatemi, ma devo sfornare la mia famosa torta caprese.. tanto per rimanere in tema pre natalizio, quando di certo non si pensa alla dieta e i dolci, da soli, addobbano la casa e portano con loro l’allegria e la gioia di stare tutti insieme! A presto!