Browsing Tag

cena

HomeStyle LifeStyle

By CandleLight …

agosto 1, 2017

Eccoci qua!!! Innanzi tutto Buon inzio Agosto!!! 😉

Enlight4Oggi volevo parlarvi della cena che ho organizzato nel mio giardino tipicamente toscano in occasione del compleanno di Ri e volevo dimostrarvi ancora una volta che bastano del buon gusto, tanta fantasia, tanta voglia di fare, tanto entusiasmo e amore per rendere una tavola unica e sofisticata.. ciò che invece risulterà necessario, sarà una buonissima compagnia! 😀

Personalmente sono fissata con le candele, amo l’atmosfera che creano e le adoro in quanto da sole riescono a darmi quell’emozione che nessun altro accessorio potrà nemmeno lontanamente Enlight8riprodurre. In più mi permettono di “riempire” l’ occhio così da rendere più facile il lavoro e quindi il risultato e l’effetto finali… insomma, tutti sanno che bastano tante piccole candele, ceri, Enlight9lanterne, voliere, candelabri, piedistalli, e porta tealight per far sì che tutto cambi nella totalità.
Così, per questa cena, ho dato spazio a tutto ciò e alla fin fine non mi è rimasto che aggiungere stoviglie, tovaglia e tovaglioli, bicchieri e qualche piccolo accessorio decorativo sulla tavola – tra l’altro, se ci fate caso, anche i segnaposto erano piccole caraffine con dentro candele profumate -.
.. E ancora, una botte antica colorata, delle piccole lanterne giapponesi bianche, una bella lampada, un ramo centrale come centerpiece laccato di rosso, sottopiatti in legno di cedro, sottobicchieri a contrasto dalla forma di fetta di un frutto, dei fenicotteri rosa, qualche cenno tropicale – visto che questo stile adesso va tanto di moda -, e … il gioco è fatto!!! Un bellissimo effetto con una spesa veramente minima! 😀

Naturalmente se avete delle belle sedie, anche scoordinate, potete aggiungere dei fiori di campo o tropicali artificiali in silicone real touch sullo schienale, oppure se avete un bel ramo lo potete appendere sopra la tavola adornandolo con edera o altri fiori nello stile del tavolo, oppure se avete della frutta la potrete utilizzare come centrotavola o come segnaposto, e ancora se avete teli, stoffe, tendaggi vari potete ricreare quell’atmosfera orientale che solo l’estate può rendere possibile…

Come sempre, spero di esservi stata utile, anche solo per qualche spunto!!!

Noi ci sentiamo presto…con tante belle, bellissime novità!!!

LifeStyle Travel

Mercantia 30th Anniversary. Ristorante L’ Antica Fonte

luglio 19, 2017

Salve a tutti!! Oggi ancora qua per un nuovo articolo!! Questa volta parliamo del magico mondo di Mercantia, la festa degli Artisti di strada che ogni anno a metà Luglio anima le viuzze di Certaldo Alto!

certaldoIMG_9668 copiaOrmai sono tanti anni che è diventato per me un appuntamento fisso, e mercoledì con Ri siamo andati all’apertura della Trentesima Edizione. Abbiamo mangiato in un ristorantino che mi ha consigliato la mia cara amica Ilenia, in quanto abita praticamente ai piedi di Certaldo, L’ Antica Fonte, con un bellissimo giardino interno con vista sulle colline tipicamente toscane, con da un lato le torri di San Gimignano che spuntavano dallo skyline e dall’altro l’entrata alla parte storica del paese… una meraviglia! Bellissimo! Noi poi siamo arrivati alle 20, quindi avevamo praticamente l’intero tramonto davanti! IMG_9663 copiaCi hanno assegnato un tavolincino proprio in prima fila per questo spettacolo unico immersi nell’atmosfera rustica e bucolica del locale e magica e surreale di Mercantia. Abbiamo mangiato benissimo – vi consiglio i nostri piatti: Tagliere di affettati locali, Maltagliati con Ragù di salsicce di cinta e Pici alla Vigliacca con guanciale, pomodorini, aglio, briciole di pane fritto e peperoncino e per dessert una splendida Torta al cioccolato fondente calda -, un servizio impeccabile – di quello che raramente si trova, di una gentilezza e disponibilità ormai IMG_9664 copiainaspettate -, un menù tradizionale ma ricercato e una location che da sola ne valeva già il 90%!

Sì perché passeggiando per le viuzze del paese storico, sicuramente noterete questo meraviglioso giardino con vista panoramica chiuso da un cancellino, da cui potrete vedere una cartolina ‘reale’ con tavolini in ferro, una pergola in legno, fiori colorati, rampicanti, una vasca in pietra originale con dei bellissimi pesci e di là, ancora oltre, le colline tra Siena e Firenze!IMG_9666 copia

Ogni anno ci passavo davanti e ne facevo una foto, quest’anno finalmente ho potuto mangiarci e vivere tutto dall’interno e la meraviglia e la bontà dei piatti sono assicurate!

Se vorrete dedicarvi una bella cenetta, potrete trovare il Ristorante L’ Antica Fonte su The Fork – tramite cui potrete anche prenotare -, oppure digitando www.tavernaanticafonte.it, e su Facebook @taverna.lanticafonte.

HomeStyle LifeStyle

A tavola!

maggio 25, 2016

Non abbiamo niente in casa, ma questa sera vorremmo proprio organizzare una bella cenetta… mmmh cosa fare? Niente panico! Anche questa volta bastano poche cose per fare bella figura! Tutto ciò che serve, come sempre, è tanta volontà, voglia di fare, e allegria! Per prima cosa dobbiamo pensare a cosa fare per cena, e per questa parte sicuramente avrete a disposizione mille idee, ricette jolly, siti internet, consigli da mamme, amiche, parenti..quindi non vi annoierò trattando pure io di tali argomenti – sicuramente i miei consigli potrebbero essere di modestissima utilità, in quanto non sono una cuoca molto ‘ferrata’ ecco, anche se effettivamente, devo ammettere che sto migliorando 😉 -.
Passo quindi direttamente allo step successivo, ossia all’arredo e alla preparazione della tavola! In fondo non dobbiamo fare solo bella figura al livello gastronomico, ma dovremmo dedicare la stessa attenzione anche alla parte estetica, quindi alla presentazione della tavola e al decoro. Ora, alla base ci devono sempre stare la nostra eleganza, il nostro buon gusto, la nostra discrezione e soprattutto la nostra gentilezza. Una volta dato per scontato e per certo tutto ciò, possiamo passare a scegliere lo stile della serata: elegante chic, country rustico, bucolico glam, marino, minimal moderno, industrial chic, shabby, monocromatico, prezioso, Anni ’50, gipsy colorato, orientale, e così via – più ci si pensa e più ne vengono in mente -.
A questo punto.. dobbiamo spremere le meningi e capire cosa abbiamo a casa che può essere utilizzato e riconvertito in base alle nostre necessità, senza dover per forza impazzire cercando negozi che ci possano soddisfare da raggiungere a corsa all’ultimo momento.. Che ne so, per esempio cerchiamo tra i recipienti – ceramica, vetro, cristallo, terracotta, metallo, plastica, resina, colorati, monocromo, sfumati, trasparenti, decorati – o ceste di rafia o di Vimini, e poi pensiamo alle posate che abbiamo nei cassetti, ai piatti, ai bicchieri, ai sottobicchieri, ai fermatovaglioli, ai segnaposto, ai tovaglioli e tovaglie o tovagliette o runner; alle candele, ai candelabri o candelieri, ai fiori, a decorazioni varie – perle, gemme, sassolini, granella, swarovskini.
Infine, in base a ciò che abbiamo a disposizione vediamo se possiamo seguire lo stile a cui avevamo pensato, altrimenti ne creiamo uno tutto nostro! Quindi tovaglie o runner di lino per uno stile o marino, o bucolico, o country, o minimal; quindi candele e portacandele in metallo oro, bronzo, argento, per uno stile shabby chic, o country chic, o a contrasto con un industrial, o per uno stile ricercato e prezioso – da abbinare per esempio a stoviglie decorate ed eleganti, a bicchieri colorati trasparenti di varie misure e fattezze; oppure forme geometriche e lineari per uno stile nipponico o cinese moderno e minimal, rigoroso e preciso – magari muovendoci tra i color nero, arancione caldo, lampone, fragola, bordeaux; oppure se abbiamo delle stoviglie o delle bottiglie antiche di nonne o bisnonne, potremmo utilizzarle o con altri accessori simili oppure metterli in contrasto a un contorno moderno e monocromo. Se invece magari amiamo uno stile francese, provenzale, o neoclassico e aureo, allora ci muoveremo tra tessuti pregiati, velluti, sete, rasi, taffetà, lini caratterizzati o da scelte di un solo colore, o da mille fiori ton sur ton, o a righe, o a piccoli pois, o damaschi.
A questo punto non mi rimane che augurarvi di nuovo un buonissimo lavoro e una buonissima cena! In fondo abbiamo ancora un bel po’ di tempo per preparare una bella cenetta e per apparecchiare la nostra tavola a costo zero e piena di charme!