LifeStyle

Cirque du Soleil. Varekai

ottobre 31, 2016

[Varekai] – Ovunque nella lingua rumena dei gitani.

Spettacolo diretto da Dominic Champagne che vuole celebrare l’anima nomade, lo spirito e l’arte della tradizione circense. Il Cirque du Soleil penso che lo conoscano la gran parte delle persone al livello mondiale, quindi credo che non dovrò aggiungere molto, dal cirque du soleil varekaimomento che ne hanno parlato, scritto, raccontato i maggiori media e la stampa più importanti hanno dedicato pagine e pagine a riguardo.
Ciò che posso dire io è che sabato sera, cirque du soleil varekaidopo aver visto uno dei loro Spettacoli – ho inserito la S maiuscola in quanto si tratta di capolavori artistici perfetti e completi con cantanti e musicisti dal vivo di una bravura imbarazzante – a Firenze, Varekai, ho allontanato ancora più in alto la mia idea di capacità fisica umana… mi spiego meglio: credo che tutti noi più o meno, se ci riflettiamo, arriviamo a farci un’idea dei limiti dell’essere umano, in positivo e in negativo (purtroppo) e penso che ognuno di noi si è servito dei più grandi nel farlo, dagli atleti, ai ballerini, agli artisti tout court, alle mille capacità del genio, alle mille possibilità fisiche dell’uomo… Ecco, per esempio io mi ero fatta la mia idea di limite e perfezione quando quest’estate ho visto ‘volare’ alle Olimpiadi di Rio 2016 la ginnasta statunitense Simone Biles – tralasciando elegantemente i post -, e poi ancora la perfezione nella danza quando ho potuto vedere dal vivo all’Arena di Verona Roberto Bolle, o ancora per quanto riguarda la musica, quando mi sono commossa ascoltando Ezio Bosso. Ora, potrei continuare citando pochi altri esempi di eccellenze in altri campi, ma per quanto riguarda l’estro artistico circense, be’ questo mi mancava! Ecco, se vi capita e se potete, comprate un biglietto per andare a cirque du soleil varekaivedere uno Spettacolo del Cirque du cirque du soleil varekaiSoleil.. e credetemi, quando uscirete vi sentirete, diversi, come se proveniste da un altro mondo ultraterreno, più allegri, bambini dentro, affascinati e increduli!
Non starò ad annoiarvi con altri informazioni ed elogi a questi splendidi Signori Artisti Circensi, perché credetemi, ogni mio tentativo sarebbe superfluo e totalmente inadatto.. perciò, in questo caso vale il detto “Vedere per credere”! Sì perché, se non lo avete mai visto le mie parole non sarebbero in alcun modo sufficienti por poter capire la grandezza e la bellezza di cui sto parlando e se invece lo avete già visto, sapete benissimo cosa intendo, dal momento che forse anche voi non siete stati in grado di trasmette a pieno le vostre sensazioni! Aggiungo solo due parole per concludere: Ammaliante! e Grazie a questi artisti!… davvero!

P.S. Questo non potevo assolutamente tralasciarlo: finito lo spettacolo mi sono ritrovata a parlare tramite Instagram con alcuni dei musicisti che avevano suonato durante lo spettacolo perché avevano notato i video che avevo postato.. sarà una banalità, ma io credo che questi dettagli vogliano solo e semplicemente dire che si sta parlando di persone umili, venute – nella maggior parte dei casi- dalla strada, che con la vera fatica, il sudore e i sacrifici sono riusciti a diventare i migliori al mondo! .. e pensate che quasi tutti loro, o meglio quelli che ho potuto vedere, sui loro profili social hanno molte meno amicizie che tante persone ‘normali’ come noi.. tanto per dare un’idea! Ecco, tutto ciò mi ha sbalordito, dal momento che ormai siamo abituati – purtroppo – a ben altro tipo di atteggiamenti – nella stragrande maggioranza – di eccellenze, o meno, artistiche e non.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply